“La società letteraria” di Giovanni Comisso

Fu una mia fortuna che negli anni 1928 e 1929 non avessi a Milano un’abitazione a me riservata. Non avevo neanche una camera; cosi fui costretto a dare a dei miei amici, perché le conservassero, le lettere che formavano il mio archivio. Oggi, dopo quarant’anni costoro mi hanno fatto vedere quelle lettere. Hanno l’intenzione di regalarle poi alla biblioteca civica […]

Giovanni Comisso o dell’Oblio

La storia dei vini veneti si perde nel buio dei secoli passati, Bacco qui operava fino dall’epoca della preistoria come viene testimoniato dagli strati di vinaccia scoperti nel lago di Fimon, vicino a Vicenza, che risalgono al tempo delle palafitte. Durante la Repubblica Veneta, quando la nobiltà non si era fatta ancora terriera e quindi non aveva vini di propri […]

7 aprile 1944. Bombe nel Venerdì Santo.

La guerra che colpisce i civili.Donne, bambini, creature indifese,  indiscriminatamente. Immagini che violentano le nostre coscienze senza possibilità alcuna di comprensione. Interroghiamo il presente che sembra non riuscire a fornire risposte razionali. Ci occupiamo allora del passato, una Storia recente che abbiamo ascoltato molte volte. Nei racconti dei nostri vecchi, a scuola forse… Attingiamo proprio  ad un progetto dedicato alle […]

“Terra Trevigiana” di Giovanni Comisso

Mi sto accorgendo che non vi è terra più bella della trevigiana. Talvolta chiamo a testimoniare amici di regioni lontane e voglio sapere se la mia ammirazione dipende da ragioni affettive, ma essi mi riconfermano nell’entusiasmo. Non solo la bellezza e la varietà del paesaggio, sebbene sia escluso dal mare, ma la gente e le vicende storiche danno splendore. Da […]

Luigi Urettini. “Tra fronte e retrovia”- epistolario di Giovanni Comisso con i suoi genitori (1914-1918)

Sulla Grande Guerra molti sono gli epistolari di soldati al fronte con i loro familiari Spesso sono scritti in un italiano approssimativo, da quelle che chiamiamo “classi subalterne”: contadini, operai, artigiani, che erano andati ad ingrossare le fila della fanteria. Questo  è invece un epistolario diverso, composto dalle lettere che i genitori, appartenenti alla media borghesia trevigiana, scrivevano al loro […]

“La Grazia di Asolo” di Giovanni Comisso

“Vago, piacevole castello posto ne’ più estremi  gioghi delle nostre Alpi, sopra il trevigiano”. Il cardinale Pietro Bembo sigillava con queste poche, ma sensibili parole Asolo. Quando morì il marito di Caterina Cornaro, signore dell’isola di Cipro, Venezia tanto fece che riescì a costringerla a donare quell’isola alla madrepatria. In cambio, per così dire, ebbe la signoria di Asolo  e […]