Recensioni a “La terra dei sussurri” di Laura Frassetto

“La terra dei sussurri” di Laura Frassetto

In Messico non sono mai andata, ma leggere La terra dei sussurri è stato come comprare un biglietto e volare lì con i protagonisti. Ho scoperto luoghi, visitato spiagge, conosciuto gente, vissuto avventure. Ho sofferto e gioito leggendo voracemente le pagine, perché mi era impossibile fermare la curiosità di scoprire la verità su Vanessa. Una scrittura fluida e piacevole quella dell’autrice che avevo già piacevolmente letto nel precedente romanzo, che mi ha del tutto conquistato. Un libro che svela cosa si nasconde dietro a un fenomeno dilagante a livello mondiale e che a lettura ultimata riecheggia nella coscienza.

Nadia Banuadi

“ … non si tratta di un’indagine difficile, ma occorre che l’investigatore sia motivato. E che sappia immaginare i movimenti di una gringa dentro gli intestini del Messico. Cioè qualcuno che abbia il piede in due scarpe. E sai da sola che di persone così che ne sono poche…”
Una storia credibile, quella di Frassetto: la ricerca di Vanessa, la migliore amica di Lalli, scomparsa in Messico l’anno precedente e mai ritrovata dalla polizia locale. “… l’amica imperfetta, che diceva le cose sbagliate e che mi invidiava più di chiunque altro. Un rapporto pieno di difetti e di opacità”, la definisce così la stessa Lalli. L’ambientazione è convincente e capace di farti desiderare di andarci in quell’accampamento per volontari tortugheiros o a playa Tortuga o, ancora, nel santuario delle farfalle migratrici. I personaggi sono ben costruiti e reagiscono agli avvenimenti con naturalezza. L’intreccio è relativamente semplice ma avvincente, al punto di farti superare la media delle pagine che leggeresti la sera dopo cena. Il linguaggio in ogni momento è quello adeguato alla situazione e al personaggio. Vanessa, in particolare, mi ha conquistata e anche commossa. Un po’ di Vanessa, almeno nell’adolescenza, l’abbiamo avuta dentro noi tutte. Non posso che desiderare di conoscere la scrittrice talentuosa che, al suo secondo romanzo, ha conquistato la mia pigra attenzione per la nuova letteratura italiana…

Lidia Popolano