“L’anagramma della stella” di Barbara Cremaschi

Titolo:

L’anagramma della stella

Autore:

Barbara Cremaschi

Editore:

Il Prato

Sinossi:

Mettiti comodo, steso su un prato quando il cielo si accende, oppure seduto sulla tua poltrona preferita affacciata sulla finestra, quando la notte profuma di storie e stelle. E sogna. Questa è una storia di stelle. A partire da mamma Rosa, testarda e sfacciata, il big bang di questo universo in cui il mondo umano passeggia assieme a quello animale. Rosa è una stella caduta sulla terra. Una stella un po’ insolita, fuori dai cliché che disegnano le creature celesti con tratti delicati e voci angeliche. La sua grazia si esaurisce nel nome, profumato come uno dei fiori più belli che la natura ci regali, ma dal carattere “spinoso” e un po’ ribelle. Piccola e tarchiata, gambe tozze, ma due occhi chiari che tradiscono la sua natura celeste e, soprattutto, un cuore grande, in cui spingere dentro tanti piccoli randagi in cerca di un rifugio per ripararsi dalla tempesta della vita di strada. Chi a undici anni viene spedito a lavorare lontano da casa, senza un posto dove dormire e nulla da mangiare, sa bene cosa significhi sentirsi randagi. Lo ha provato sulla propria pelle e non se ne dimentica davanti a quegli occhi incastonati come perle su una pelliccia arruffata che ti guardano e invocano aiuto. Sì, Rosa è una gattara, ma sarebbe riduttivo fermarsi qui per raccontare la sua storia, quella dei suoi compagni di avventura e quella dei tanti Sirio, Claretta, Achille, Tyson, Milady, Gea,… protagonisti miagolanti, abbaianti, belanti – e chi più versi ha più ne metta – di “L’anagramma della stella”. Meglio lasciarsi solleticare dalla curiosità ed entrare in un vecchio casolare immerso nella campagna veneziana pronti a scoprirvi un angolo di paradiso.

Biografia:

Barbara Cremaschi è nata in Liguria e cresciuta in Veneto dove vive tuttora.
Laureata in chimica industriale, ha lavorato per quasi vent’anni al petrolchimico di Porto Marghera ed è ora impiegata nel settore ambientale.
Per la casa editrice Il Prato ha pubblicato con il collettivo Norah Gelbe i due gialli “La ragazza bambola” e “Un mare di luppolo” e la raccolta di racconti a tema “Gotico Venexiano”. 
Sempre con Il Prato ha pubblicato nel 2019 “Cosa fa quest’intrusa in casa mia?” Collabora inoltre con riviste letterarie online.
In questo suo secondo libro intreccia realtà a fantasia, perché è convinta che la vita porti sempre con sé un po’ di magia, se solo glielo si permette.