Premio letterario Giovanni Comisso

Il Premio

Il “Premio Letterario Giovanni Comisso Regione del Veneto – Città di Treviso” è un premio letterario italiano che viene assegnato a Treviso annualmente a un’opera di narrativa italiana e a un’opera bibliografica edita nell’anno di riferimento. Il Premio è indetto per iniziativa dell’Associazione Amici di Giovanni Comisso.

Il Premio Comisso nasce a Treviso nel 1979, per opera di un gruppo di amici dello scrittore. Nel 2020 festeggerà la XXXIX edizione.
Per 16 anni è stato presieduto da Bruno Visentini e ha avuto come madrina Giulietta Masina. Il Premio è stato poi presieduto da Cino Boccazzi e Neva Agnoletti. Attuale Presidente è Ennio Bianco.

Bando di partecipazione 2020

Opere in Concorso 2020

Archivio storico Premio letterario Giovanni Comisso

Giuria Tecnica

La Giuria Tecnica è composta da: Giancarlo Marinelli (Presidente Giuria Tecnica) Ennio Bianco, Benedetta Centovalli, Rolando Damiani, Pierluigi Panza, Sergio Perosa. Stefano Salis.

Giancarlo Marinelli – Presidente della Giuria Tecnica

Giancarlo Marinelli

Giancarlo Marinelli (Vicenza, 24 dicembre 1973) è uno scrittore, regista, sceneggiatore, editorialista, drammaturgo contemporaneo, attore e professore di Istituzioni di Regia Teatrale (all’Accademia delle Arti a Roma) italiano.
E’ autore di sei romanzi.
Nel 1996 esordisce con “Amori in Stazione”, edito da Guanda, che entra subito nella classifica dei libri più venduti, e vince il Premio Librai Città di Padova.
Nel 1998, esce il suo secondo romanzo, “Pigalle”, sempre edito da Guanda.
Nel 2002 il suo terzo romanzo, “Dopo L’amore”, edito da Guanda, vince il Premio Campiello… [segue]

Cristina Battocletti

Cristina Battocletti

Cristina Battocletti è critica cinematografica e lavora alla “Domenica” del Sole 24 Ore.
Cresciuta a Cividale del Friuli, ha sviluppato un amore viscerale per Trieste e per la letteratura mitteleuropea e balcanica.
Ha scritto a quattro mani con l’autore sloveno la biografia di Boris Pahor, Figlio di nessuno (Rizzoli, 2012), premio Manzoni come miglior romanzo storico; La mantella del diavolo (Bompiani, 2015), Premio Latisana, finalista ai premi Bergamo, Rapallo e Asti e Bobi Bazlen, L’ombra di Trieste (La Nave di Teseo 2017), premio Comisso e Martoglio.
Ha due figlie, Olga e Nora, e vive a Milano

Benedetta Centovalli

Benedetta Centovalli

Benedetta Centovalli, specialista di narrativa contemporanea, ha curato le opere di alcuni autori del Novecento (da Bilenchi a Bassani). Da anni si dedica alla formazione in ambito editoriale insegnando presso l’Università di Milano e nei Master della Fondazione Mondadori e dell’Università di Pavia. E’ stata visiting professor a Yale, NYU e Princeton. Editor con il gusto e la passione di sperimentare, ha lavorato in alcuni dei laboratori più interessanti della nostra editoria, dalla grande alla piccola, dedicandosi alla creazione di collane e soprattutto alla scoperta di nuovi talenti letterari. Attenta al dibattito culturale, scrive di critica letteraria su riviste.

Rolando Damiani

Rolando Damiani

Rolando Damiani ha insegnato Letteratura Comparata all’Università di Padova, insegna attualmente corsi di Letteratura Italiana e Critica Letteraria alla Ca’ Foscari di Venezia. I suoi studi su Leopardi, come All’apparir del vero e Leopardi e il principio di inutilità, hanno avuto un rilievo tale da assegnargli la curatela dell’edizione delle Prose, dello Zibaldone e delle Lettere dello stesso poeta, per la collana I Meridiani Mondadori. Ha inoltre firmato l’introduzione dei Meridiani di Comisso e Arpino. Ha svolto anche attività di traduttore per Adelphi e Bompiani di autori come René Girard, Georges Roditi, Driss Chraibi, ecc..

Pierluigi Panza

Pierluigi Panza

Pierluigi Panza è scrittore, storico d’arte e giornalista. Professore al Politecnico di Milano, ha scritto numerosi saggi di storia dell’arte e i romanzi Italiani all’opera. Casti, Salieri, Da Ponte, Mozart… Un intrigo alla corte di Vienna (Skira, 2005), Il digiuno dell’anima (Bompiani, 2007), La croce e la sfinge. Vita scellerata di Giovan Battista Piranesi (Bompiani, finalista al Premio Campiello 2009), Nati sotto la luna (Bompiani, 2011) e L’inventore della dimenticanza (2014, Bompiani). Scrive per il “Corriere della Sera”. … [segue]

Sergio Perosa

Sergio Perosa

Sergio Perosa è professore emerito di Lingua e letteratura anglo-americana all’Università di Venezia, dov’è stato anche Preside della Facoltà di Lingue e letterature straniere.
Dal 1969 collaboratore del «Corriere della Sera».
Già Presidente dell’Ateneo Veneto, ha diretto gli «Annali di Ca’ Foscari», la «Rivista di Studi Anglo-Americani» e co-diretto il «Tutto Shakespeare» bilingue edito da Garzanti.
Ha curato edizioni e traduzioni di W. Shakespeare, H. James, H. Melville e altri e il Meridiano Mondadori di V. Woolf nel 1978.
Annovera numerose pubblicazioni sia in inglese che in italiano, tra cui antologie di riferimento per la narrativa e il teatro americani.

Stefano Salis

Stefano Salis

Stefano Salis, sardo di Sant’Antioco, è nato nel 1970 e fa il giornalista al Sole 24 Ore.
Dopo essere stato 15 anni nella redazione del domenicale, fino ad essere vice caporedattore , attualmente è il responsabile della sezione Commenti e Inchieste del quotidiano.
Esperto di letteratura, grafica editoriale, bibliofilia, mercato del libro e illustrazione ha scritto regolarmente di questi temi per il supplemento domenicale del Sole 24 Ore. 
Ha curato numerose mostre di grafica e bibliofilia e diverse pubblicazioni .

Filippo Tuena

Filippo Tuena

Filippo Tuena (Roma, 1953) – Dopo aver svolto il mestiere di antiquario nell’azienda di famiglia, negli ultimi vent’anni si è dedicato a tempo pieno alla scrittura.
Ha scritto saggi di storia dell’arte prima di pubblicare il suo romanzo d’esordio nel 1991, ‘Lo sguardo della paurà (Leonardo) premio Bagutta Opera prima nel 1992.
Ha scritto diverse opere di narrativa tra cui Tutti i sognatori, (Fazi 1999) Premio SuperGrinzane-Cavour; Le variazioni Reinach (Rizzoli 2005; N. E. Superbeat 2015) Premio Bagutta; Ultimo parallelo (Rizzoli 2007; N. E. ilSaggiatore 2012).
I suoi ultimi libri, Memoriali sul caso Schumann (2015), Com’è trascorsa la notte (2017) e Le galanti (2019) sono pubblicati dal Saggiatore.
Ha curato la collana editoriale Tusitala per Nutrimenti e dirige attualmente la collana di microeditoria ‘Centotrentacinè per Mattioli1885.

Grande Giuria

Agnoletti Neva, Agostini Francesco, Andretta Franco, Antiga Marianna, Badoer Adriano , Bellieni Andrea, Bellin Paola, Bello’ Emanuele, Bianco Ennio, Botter Natalina, Bressan Laura, Brugnerotto Mirella, Cagnato Enrico, Canal Leonardo, Caramanti Franco, Cinquegrani Alessandro, Colonna Preti Lavinia, Comin Alessandro, Conto’ Agostino, Cordova Giovanna, De Cilia Nicola, De Dona’ Bruno, De Faveri Alessandra, De Gregorio Maria Teresa, Demattè Francesca, Favaro Paolo, Frene Giovanna, Gasparoni Pietro , Geromel Marina, Grasso Marina, Graziani Bruna, Guandalini Mariangela, Lipparini Valeria, Lippi Emilio, Luppi Dino, Maschio Giuseppe, Mazzotti Pugliese Anna Maria, Milan Giuseppe , Molina Jacopo, Murgia Dall’Armi Tina, Palesa Giorgio, Panfido Isabella, Paulon Ermanno, Perino Gianluigi, Piccoli Silvano, Piovesana Maria Cristina , Pisanello Laura, Sala Carlo, Salvuzzi Irma, Sandri Anna, Secco Anna, Sutor Mario, Tamaro Marco, Tecce Maria Carla, Tommaseo Ponzetta Tommaso, Tonin Romano, Torricelli Patrizia , Troncon Paolo, Turra Giovanni, Urettini Luigi, Vanin Maurizio, Vincitorio Maria Giuseppina, Zappador Antonio.

Sostegno

Il Premio è sostenuto da: Assindustria Venetocentro,  Regione del Veneto, Comune di Treviso e dalle Aziende Amiche del Premio.
Il Premio è patrocinato dalla Provincia di Treviso e dalla Camera di Commercio di Treviso

Particolare ringraziamento

Un particolare ringraziamento agli Eredi di Giovanni Comisso.


Il “Premio letterario Giovanni Comisso” in Wikipedia:

Premio letterario / Italia
https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_letterario
Premi letterari italiani
https://it.wikipedia.org/wiki/Premi_letterari_italiani
Premio letterario Giovanni Comisso
https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_letterario_Giovanni_Comisso