“Il cervo e il bambino” di Francesco Vidotto

Autore: Francesco Vidotto

Editore: Minerva

Sinossi: «Il cervo vecchio chiese al cane cieco: “Ma gli uomini, sono tutti adulti?”.
E il cane cieco rispose: “No, ve ne sono anche di saggi: li chiamano bambini.”»
Questa brevissima storia racconta di un cervo ucciso da un cacciatore a caccia con il figlioletto di cinque anni. 
L’animale era in fin di vita e il bambino abbracciò il suo forte collo. 
Il cervo vecchio allora parlò all’anima del piccolo di come, nel tempo lungo della sua esistenza aveva imparato a conoscere l’uomo.

Biografia: Francesco Vidotto nasce nel 1976 e questo è già molto. Dopo una laurea in Economia e dodici anni di consulenza d’azienda intuisce che il tempo è per lui una ricchezza irrinunciabile. Si ritira a vivere in Cadore, a Tai, tra le Dolomiti. Nel taschino preferisce avere un paio d’ore libere che il portafogli gonfio.
Ha pubblicato: Il selvaggio (Carabba 2005), Signore delle cime (Carabba 2007), Siro (Minerva Edizioni 2011 – vincitore del premio Cortina d’Ampezzo per la letteratura di montagna 2011 e del premio eLEGGERE LIBeRI di Tione di Trento 2013), Zoe (Minerva Edizioni 2012) e Oceano (Minerva Edizioni 2014).