Recensione a “Le sette dinastie” di Matteo Strukul

“Le sette dinastie” di Matteo Strukul

Guerre, intrighi, complotti e poi ancora punizioni, decapitazioni e sevizie varie. Sete di vendetta, denaro e potere. Ma anche passione, amicizia e amore. Amore filiale e genitoriale. La ricerca di pace, giustizia e serenità. Un papa voleva la pace. Voleva vedere i signori, i duchi e i principi uniti in un’unica alleanza per combattere contro l’anticristo. Mentre invece tutti loro non facevano altro che fomentare inutili guerriglie senza vinti e senza vincitori.”Le sette dinastie” è un libro in cui l’unica vera protagonista è la storia. Una protagonista eccezionale, trattata con massima cura e dedizione. Sturkul è un narratore eccezionale. La Stampa lo ha definito eclettico e accattivante e io non saprei trovare aggettivi migliori. Ma una storia ha bisogna anche dei suoi personaggi perciò, vi dirò, che gli ho apprezzati tutti, uno ad uno, con i loro preggi ma soprattutto difetti.

Urszula Joanna Rybka