Recensioni a “La custodia dei cieli profondi” di Raffaele Riba

“La custodia dei cieli profondi” di Raffaele Riba

Ho presentato, non posso nascondere, con grande emozione, il libro nell’ambito della maratona letteraria #Librinfestival
La storia di una famiglia, di due fratelli molto diversi, ma accomunati dal destino di una casa, LA CASA. Gabriele detto il Custode, Daniele il fratello distante, amato e odiato per l’abbandono. Il tema del tempo, della memoria, la dicotomia con un fenomeno astronomico, la comparsa di due soli, metafora del disfacimento. Un libro profondo, la descrizione di un dualismo senza risposte, senza vinti, né vincitori. Un libro che scava nelle ossessioni, dei protagonisti, dell’autore, ma più intimamente in quelle di ognuno di noi. 
“Voglio solo dire che la casa è pelle, che la casa è cognizione, che la casa è un modo che ho per dire qualcosa di me”. E questo è, imprescindibile.

Silvia Di Tosti