“Dove porta la neve” di Matteo Righetto

titolo: Dove porta la neve

autore: Matteo Righetto

editore:Tea

sinossi: È la vigilia di Natale e Padova sta per essere coperta da una nevicata memorabile. Carlo, 48 anni pieni di abitudini, come ogni mattina, da mesi, va a trovare la madre in clinica, dove si sta lentamente spegnendo assediata dai ricordi e dal bisogno di raccontarli. Nicola, 74 anni colmi di solitudine, ha appena perso il lavoretto che si era procurato come Babbo Natale davanti a un centro commerciale. Per Carlo, però, questo non può essere un Natale come gli altri e quando vede Nicola vestito di rosso e con la lunga barba bianca sente che il sogno può finalmente avverarsi: un vero regalo per la madre. Il suo entusiasmo risveglia Nicola, che organizza un breve viaggio per realizzare quel sogno, e per illuminare con un gesto gratuito d’amore l’oscurità che stringe d’attorno. Una vecchia Fiat 124 si allontana da Padova dentro la notte di Natale: al suo interno due uomini soli e un po’ incoscienti riscoprono la forza dirompente di un abbraccio… Con grande concentrazione e finezza di tocco, Matteo Righetto ci rende partecipi di una storia delicata e drammatica, tesa e commovente, la storia di un calore inaspettato scovato sotto un manto gelido di neve.

biografia: Matteo Righetto è nato a Padova, dove insegna Lettere. Ha pubblicato Bacchiglione Blues (Perdisa Pop 2011), Savana Padana (TEA 2012), La pelle dell’orso (Guanda 2013), Apri gli occhi (TEA 2016). Dal romanzo La pelle dell’orso è stato tratto l’omonimo film portato sugli schermi da Marco Paolini, per la regia di Marco Segato.