“Fino all’inizio” di Alessandro Busi

Titolo:

Fino all’inizio

Autore:

Alessandro Busi

Editore:

Pièdimosca

Sinossi:

In un presente alternativo in cui gli attentati terroristici – dalle matrici più disparate – sono linguaggio quoti- diano, Luca è un trentenne che ha fatto terra bruciata delle relazioni attorno a sé: dal lavoro perso agli amici schivati, dalla fidanzata storica lasciata ai genitori trasferiti in Australia. Luca vive nell’ossessione, nella paranoia che un attentato possa nascondersi ovunque, anche nella cassetta delle lettere che esplode per un botto di Capodanno, e trova quasi rassicurazione nel rito del bollettino quotidiano alla tv. L’Europa è un campo minato, forse gli Stati Uniti sono il luogo giusto per provare a ricominciare; ma in questo mondo neanche andarsene è una cosa semplice, e Luca parte da clandestino. Nel viaggio non è solo. C’è una presenza, una persona?, così almeno pare nel buio cui Luca è costretto, sicuramente è un corpo. Porta il nome di Marta, anche lei scappa; che sia o meno lì per farsi esplodere è il pensiero fisso di Luca mentre, senza potersi vedere, a tentoni, i due si scoprono, in un gioco di fiducia e sospetto, di speranze e paure, di bisogno e di cura. Fino all’inizio è una storia di emigrazione, ma anche un viaggio dentro di sé attraverso lo specchio dell’altro, nove ore e venticinque minuti nelle proprie ansie e timori, alla ricerca di un’identità e di un futuro che sa di nuovo inizio, nove ore e venticinque minuti per scappare ma forse, per una volta, non scappare. Forse.

Biografia:

Alessandro Busi è psicologo e psicoterapeuta, vive a Padova. Ha pubblicato racconti su varie riviste, fra cui Grafemi, Tuffi, Tre Racconti, inutile, Altri Animali, Risme, Split, Clean, Fillide, I Libri Degli Altri, Atomi, Il rifugio dell’ircocervo. Per pièdimosca ha pubblicato un racconto sul numero 1 della rivista settepagine.