“Gli inseguiti” di Claudio Bagnasco

Titolo: Gli inseguiti

Autore: Claudio Bagnasco

Editore: CartaCanta

Sinossi: Un romanzo corale che certifica l’impossibilità delle relazioni così come della solitudine. I protagonisti, ognuno con un conto aperto col passato, nel loro girovagare alla ricerca di una risposta o forse di un nascondiglio, si ritrovano a incontrarsi e scontrarsi tra confessioni, reticenze, amori, odi, fallimenti e speranze. Eugenio, editor ossessivo e inaderente alla realtà; le sorelle Loredana e Marzia, una affascinante e malinconica, l’altra ciarliera e incapace di sofisticazioni; Barbara, atleta dilettante e bugiarda compulsiva; Cesare, anziano di grande saggezza e avviato all’inazione; Franco, operaio, prepotente per necessità e vittima per vocazione. Infine Oreste, che dopo aver commesso un crimine in gioventù cerca riscatto nell’alcol e nel sacrificio di sé.

Biografia: Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975. Suoi saggi di linguistica, racconti, brani di poetica, interviste e distici sono apparsi su vari blog e riviste. Ha pubblicato alcuni libri, tra cui il romanzo Silvia che seppellisce i morti (Il Maestrale, 2010) e la raccolta di racconti In un corpo solo (Quarup, 2011). Ha curato il volume Dato il posto in cui ci troviamo. Racconti dal carcere di Marassi (Il Canneto, 2013). Con Giovanna Piazza ha ideato e curato il blog letterario Squadernauti, che dalla primavera del 2019 diventerà rivista cartacea con periodicità semestrale. Dal 2013 Claudio vive a Tortolì, dove corregge testi, gestisce un B&B con la sua compagna, insegna le parole difficili a sua figlia e corre.