Ilaria Occhini, La bellezza quotidiana

editore Rizzoli

Una vita vissuta in un continuo corpo a corpo con la bellezza è quella dell’attrice Ilaria Occhini, che a 82 anni raccoglie le proprie memorie all’insegna della bellezza.

Sinossi

«Non mi abituerò mai a pronunciare la prima battuta. Cerco di modulare, ritmare, impostare. Ma ogni volta è morire». Dopo oltre sessant’anni di carriera, Ilaria Occhini – donna bellissima, amata, fotografata e desiderata – esibisce la fragilità di un’esordiente e un ventaglio di sentimenti delicati
L’amore di bambina per il nonno Giovanni Papini, un amore fortissimo e privato che si intreccia le pagine più buie della storia d’Italia. L’educazione fiorentina di un padre collezionista e raffinato. Le gioie e le pieghe dell’amore coniugale, che vive da oltre cinquant’anni con Raffaele La Capria.
Un’esistenza intensa di incontri – Luchino Visconti, Luciano Emmer, Robert Bresson, un primo amore di nome Valerio Zurlini, Renato Guttuso e Antonello Trombadori, Alberto Moravia a Dacia Maraini, Monica Vitti, Domenico Modugno, Marcello Mastroianni, Virna Lisi, Luca Ronconi, Gian Maria Volontè, Mario Missiroli – , vissuta con semplicità, soprattutto nel trattare la propria bellezza con riguardo e discrezione.

Un estratto del libro.

L’autrice

Ilaria Occhini è un’attrice italiana. Dopo l’esordio negli sceneggiati televisivi, si è dedicata al teatro, lavorando, tra gli altri, con Luchino Visconti, Luca Ronconi e Giuseppe Patroni Griffi. Negli ultimi anni l’incontro con il cinema d’autore, che l’ha portata a vincere numerosi premi, tra cui il David di Donatello e il Pardo d’oro del Festival di Locarno.