Matteo Cellini, La primavera di Gordon Copperny Jr.

editore Bompiani

Matteo Cellini ci porta on the road, sotto ampi cieli, dentro città brulicanti, attraverso gli occhi di un ragazzino e di un vecchio, uniti per qualche giorno da una stravaganza del destino.

Sinossi

Gordon Copperny jr a undici anni è l’erede di una dinastia di costruttori di attaccapanni: uomini a loro modo geniali e grandi affaristi, ma così avidi e gretti da provare interesse solo per il loro lavoro. Lui è diverso. E proprio per questo si è fatalmente allontanato dal padre che non ha tempo e sguardi per lui. Così, quando nel corso di una rapina viene preso come ostaggio da due bruti, legge nell’accaduto un’occasione imperdibile per andar via di casa, complice il signor McCboom, un venditore di tagliaerba strapazzato dalla vita che passava di lì per caso e ha deciso di proteggerlo. La strana coppia parte per un viaggio: per Gordon è una vacanza insperata, per McCboom l’ennesima fuga da sé – almeno finché l’affetto del bambino e la sua bizzarra sensibilità non lo costringeranno a fare i conti con troppe faccende lasciate in sospeso. È per tutti e due l’avventura di una vita, un’occasione per sanare le ferite della vita.

La presentazione come libro del giorno a Fahreneit di Radio3.

Un estratto del libro.

L’autore

Matteo Cellini è nato a Urbino nel 1978, vive a Urbania e insegna lettere nella scuola media. Il suo primo romanzo, Cate, io (Fazi), ha vinto il Premio Campiello Opera Prima nel 2013.