“Lo sciamano delle Alpi” di Michele Marziani

Autore: Michele Marziani

Editore: Bottega Errante Edizioni

Sinossi: Adrasto è il fratello che nessuno sente più da anni. Per un progetto di investimento che ha la necessità dell’approvazione di tutta
la famiglia, gli altri tre fratelli intraprendono una frenetica e rocambolesca ricerca del fratello eremita. Una ricerca che li riporterà tra gli alpeggi e i boschi della loro infanzia, in luoghi sepolti nei recessi più intimi della memoria. Ora Adrasto vive del formaggio delle sue vacche, ha una moglie giovanissima e dall’aria conturbante, tre figli a cui, come da tradizione di famiglia, ha attribuito nomi omerici, e un tumore. Un cancro che gli devasta la faccia. Il romanzo ci mette di fronte alle relazioni familiari più complesse,
alla nostra infanzia come periodo della vita dove ritornare ogni tanto e a un ambiente che da ostile diventa rifugio dove stare quando la vita scorre troppo veloce.

Biografia: Michele Marziani è nato nel 1962 a Rimini. In alta Valsesia, dove vive, ha preso spunto per la scrittura del fortunato memoir filosofico Il suono della solitudine (Ediciclo). Ha pubblicato diversi romanzi, tra i quali La trota ai tempi di Zorro (DeriveApprodi), Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta (Ediciclo), Nel nome di Marco (Ediciclo), La figlia del partigiano O’Connor (Clichy), oltre a ventidue libri di viaggi e antropologia del cibo e del vino tra i quali Il Gambero Nero (DeriveApprodi), Sovversivi del Gusto (Ndapress), A pranzo con Giulia (Guido Tommasi. Premio Selezione Bancarella per la cucina).