“Salutala dovunque sia” di Chiara Ferronato

Autore: Chiara Ferronato

Editore: Biblos

Sinossi: Ci sono donne che fuggono, donne che vanno via, c`è Cappuccetto Rosso con i Fratelli Grimm, un Bach inseguitore, ci son Leonida e Jacopo Ortis…
Ironiche o struggenti, queste dieci short stories di Chiara Ferronato raccontano – con essenziale, lucida emozione – le piccole, quotidiane catastrofi del nostro tempo reale o immaginario. C`entrano, ovviamente: l`amore, la solitudine, la musica, i ricordi, i fiori. Gatti? Ce nè anche per loro.

Biografia: Chiara Ferronato è nata ad Asiago, si è laureata a Padova in Lettere Antiche, vive e lavora a Bassano. Ha scritto molti romanzi narratrice fin dall’infanzia, laboriosa curatrice di parole. “La tesi” del 1983 Ed.Rebellato è stata la sua prima pubblicazione, quella che le ha aperto le porte del mondo dell’editoria nel quale svolge un lavoro che ama, dedicandogli tempo ed impegno, una cura che emerge dalla sua conversazione vestita di rigore, ammantata di passione. Sono seguiti nel 1988 “Australia, non avrai il mio cuore”, Editrice GB, e poi “Nazareth”, “L’ultimo inverno di Giacomo Leopardi” dedicato al suo poeta preferito, “Fuga dalla provincia”, “Cavallina storna” e “Lo sciatore”, tutti editi dalla Biblos. La raccolta di racconti, “Quattro variazioni sul tema”: è stata premiata nel 2009 con il premio Settembrini – Regione del veneto.