“Sonno bianco” di Stefano Corbetta

Titolo: Sonno Bianco

Autore: Stefano Corbetta

Editore: Hacca

Sinossi: Emma e Bianca sono identiche, nel viso e nel corpo. Inseparabili. Finché un terribile incidente le divide e costringe Bianca in un letto di ospedale, dentro una bolla fatta di silenzio e attesa. Emma sarà allora costretta a crescere intrappolata nel sonno della sorella: ora la sua vita è soltanto il riflesso di quegli occhi spenti, un mondo fatto di sogni monchi e intenti non realizzati. Ormai adolescente, il teatro, la storia d’amore con il suo insegnante di recitazione e un piccolo pianista virtuoso, figlio dei vicini, non bastano più a rendere normale la sua esistenza. Perché a ricordarle la colpa, ci sono sua madre, che annientata dal dolore si è rifugiata nella solitudine della sua stanza per proteggere un segreto, e un padre che a fatica prova a preservare i fragili equilibri rimasti. Solo le note di Beethoven e Chopin, portate da un ragazzo gentile e attento, sembrano riempire quel vuoto in cui Emma sta scomparendo. Ma mentre un nuovo metodo di indagine scientifica cerca di aprire un varco nel sonno di Bianca, c’è chi a quella speranza ha deciso di opporre una resa. In una sostituzione di silenzi e congedi, ognuno si troverà a dover fare i conti con i propri rimorsi, e così tentare un nuovo inizio attraverso le parole e i suoni che sarà riuscito a custodire.

Biografia: Nato a MIlano nel 1970. Interior designer. Collabora con il quotidiano “Il cittadino di Lodi”, per cui scrive articoli e recensioni. Dopo una lunga esperienza come musicista jazzsi dedica per qualche anno al teatro, per poi approdare alla crittura. Ha esordito con il romanzo le Cocinelle hanno paura, ed è tra gli autori dell’antologia Lettere alla madre (;orellini 2018)