“Soste forzate” di Giulio Natali

Titolo:

Soste Forzate

Autore:

Giulio Natali

Editore:

La Gru

Sinossi:

Ventinove storie di episodi quotidiani. Un viaggio nelle tragicommedie umane per incontrare le sovrastrutture senza valore e magari purificarsi dalle stesse cogliendo l’essenza dell’individuo. Ogni racconto è una discesa agli inferi, una stazione necessaria, una sosta forzata (che può essere letta anche singolarmente o in ordine diverso da quello proposto, perché ciascuna storia è in sé compiuta) di un percorso che termina nella nascita o, più semplicemente, nel vivere.

Biografia:

Giulio Natali (Corridonia, 1975). Nonostante abbia viaggiato mezzo mondo per lavoro non ha perso l’accento marchigiano. Ama il rock, la pasta all’uovo, i formaggi e passeggiare per Lucca. Conoscere gente gli ha confermato che esistono tante realtà quante una mente possa concepire. Ha esordito con Questioni di testa (La Gru, 2020). Da lì in avanti i suoi racconti sono stati pluripremiati e pubblicati su riviste letterarie e siti internet.