“Nella perfida terra di Dio” di Omar Di Monopoli

titolo: Nella perfida terra di Dio autore: Omar Di Monopoli editore: Adelphi sinossi: Da tempo, al nome di Omar Di Monopoli ne sono stati accostati alcuni altri di un certo peso: da Sam Peckinpah a Quentin Tarantino, da William Faulkner a Flannery O’Connor. Per le sue storie sono state create inedite categorie critiche: si è parlato […]

“Maestoso è l’abbandono” di Sara Gamberini

titolo: Maestoso è l’abbandono autrice: Sara Gamberini editore: Hacca sinossi: «Ci sono gli amori che hanno a che fare con i percorsi, quelli che hanno a che fare con la solitudine e poi ci sono quelli che non servono a niente, gli amori altissimi.». Prendere le distanze dal mondo, e sentirsene sempre più parte. Questa […]

“Perduto in Paradiso” di Umberto Pasti

titolo: Perduto in Paradiso autore: Umberto Pasti editore: Bompiani sinossi: All’inizio di questo libro Umberto Pasti è un quarantenne che ama la bellezza. Ha viaggiato e vissuto. Ma nulla lo ha preparato a ciò che sta per succedergli. Nei pressi di un villaggio sperduto sulla costa atlantica del Nord del Marocco, stanco dopo una lunga camminata, […]

“Resto qui” di Marco Balzano

titolo: Resto qui autore: Marco Balzano editore: Einaudi sinossi: L’acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua materna è qualcosa che ti appartiene fino in […]

“Marca gioiosa” di Roberto Plevano

titolo: Marca gioiosa autore: Roberto Plevano editore: Neri Pozza sinossi: Non c’è pace nella Provincia durante gli anni dell’Impero di Otone. Le tonache grigie del venerabile Arnaut, i Christi milites, i mastini di Dio, braccano chiunque sia in odore di eresia per offrirne la testa alla spada dei crocesignati, i militi venuti da settentrione, i fanti, […]

“Questa sera è già domani” di Lia Levi

titolo: Questa sera è già domani autrice: Lia Levi editore: E / O sinossi: Nel 1938 si riuniscono 32 Paesi per affrontare il problema degli ebrei in fuga da Germania e Austria. Molte belle parole ma in pratica nessuno li vuole. Una sorprendente analogia con il dramma dei rifugiati ai nostri giorni. Nello stesso anno 1938 […]