“Pensieri scomposti” di Roberta Marchiori

Titolo:

Pensieri scomposti

Autore:

Roberta Marchiori

Editore:

Cleup

Sinossi:

Ginevra Angeli ha sempre perseguito i suoi obiettivi con costanza e determinazione, affrontando coraggiosamente le difficoltà che la vita le ha riservato, fino al momento in cui si trova ad attraversare il dolore intenso causato da un ennesimo lutto. Ginevra precipita in un abisso in cui si perde e, travolta da un senso di inadeguatezza, rischia di non trovare una via d’uscita. Non riesce a dare un senso a ciò che le sta accadendo, anche se percepisce che qualcosa di intimo e profondo si sta risvegliando. La decisione di intraprendere una terapia psicoanalitica la porterà a una riconsiderazione di sé e della sua vita e sarà la via che la condurrà alla rinascita. Ginevra sdraiata sul lettino dell’analista inizia un viaggio a ritroso nel tempo, una sorta di ricostruzione affettiva attraverso i ricordi dei suoi legami che permetterà ai suoi pensieri scomposti di ritrovarsi, di immergersi nel dolore, di andare al di là per riconquistare l’amore verso se stessa e per iniziare a vivere in modo più pieno e autentico. Pensieri scomposti è un romanzo dove il fluire della memoria e dei pensieri segue il ritmo della terapia analitica e dove il vero protagonista è il dolore della perdita.

Biografia:

Roberta Marchiori è nata in un paese della Riviera del Brenta, ha vissuto a Ginevra fino all’età di cinque anni e poi a Venezia. Ha studiato psicologia all’Università di Padova, specializzandosi in psicologia clinica. Dopo aver esercitato la libera professione, oggi lavora all’Università di Padova.
Ha pubblicato articoli in riviste specializzate e saggi in pubblicazioni scientifiche in collaborazione con altri autori. Pensieri scomposti è il suo primo romanzo.