Premio Comisso 2021: le terne finaliste nella Narrativa italiana e nella Biografia e l'opera vincitrice del Premio Comisso Under 35 Rotary Club Treviso

Premio Comisso 2021: le terne finaliste nella Narrativa italiana e nella Biografia e l’opera vincitrice del Premio Comisso Under 35 Rotary Club Treviso

La Giuria Tecnica del Premio Comisso, presieduta da Pierluigi Panza, ha selezionato oggi in seduta pubblica in diretta streaming sul profilo Facebook del Premio, le due terne finaliste, nelle sezioni narrativa italiana e biografia, della 40° edizione del Premio.

Nella Narrativa italiana i selezionati sono:  Pianura, di Marco Belpoliti (Einaudi), Splendi come vita, di Maria Grazia Calandrone (Ponte alle Grazie), Geografie, di Antonella Anedda (Garzanti).

Nella Biografia: Stella nera. Frammenti di una vita a due, di Marisa Bulgheroni (Il Saggiatore), Voglia di libri, di Mario Andreose (La nave di Teseo) e Al cuore dell’impero. Napoleone e le sue donne fra sentimento e potere di Alessandra Necci (Marsilio).

Nel corso delle selezioni, la Giuria Tecnica ha altresì segnalato altre opere in concorso come meritevoli di attenzione.

Sono, nella sezione Narrativa italiana: Due vite, di Emanuele Trevi (Neri Pozza Editore), Il più grande criminale di Roma è stato amico mio, di Aurelio Picca (Bompiani) Fiore di roccia, di Ilaria Tuti (Longanesi) e Italiana di Giuseppe Catozzella (Mondadori).

Per la Biografia segnalati  Flannery O’Connor Vita, opere, incontri, di Fernanda Rossini (Edizione Ares), La leggenda di Elena Ferrante, di Annamaria Guadagni (Garzanti), La casa dalle finestre sempre accesedi Anna Folli (Neri Pozza Editore) e La poltrona delle SS. Sulle tracce di una vita nascosta di Daniel Lee (Nottetempo).

La scelta è avvenuta tra le 190 opere inviate alla selezione (nel 2020 erano state 146), di cui 139 nella narrativa italiana e 51per la biografia.

La Giuria Tecnica è presieduta da Pierluigi Panza e composta anche da Cristina Battocletti, Benedetta Centovalli, Rolando Damiani, Giancarlo Marinelli, Sergio Perosa, Stefano Salis e Filippo Tuena.

Sono intervenuti l’Assessore alla Cultura della Regione Veneto Cristiano Corazzari, l’Assessore alla Cultura del Comune di Treviso Lavinia Colonna Preti e Denise Archiutti delegata alla Cultura d’impresa di Assindustria Venetocentro.

Sempre oggi è stata proclamata l’opera vincitrice del Premio Comisso under 35 – Rotary Club Treviso, promosso dal Rotary Club Treviso insieme all’Associazione Amici di Comisso e riservato agli scrittori under 35.

Sono state 14 le opere in selezione e la Giuria composta da componenti della stessa Giuria Tecnica del Premio Comisso e da rappresentanti del Rotay Club Treviso ha scelto  Lingua madre di Maddalena Fingerle (Italo Svevo), opera vincitrice del Premio Comisso Under 35 Rotary Club Treviso, alla terza edizione.

Le due terne saranno ora inviate alla Grande giuria, composta da 70lettori, che poi voteranno, in seduta pubblica, i superfinalisti delle due sezioni in occasione della finale del Premio Comisso, al Teatro Comunale di Treviso il prossimo 2 ottobre.

Il Premio è promosso dall’Associazione Amici di Comisso di Treviso, di cui è Presidente Ennio Bianco e Presidente onoraria Neva Agnoletti. Riceve il sostegno delle Istituzioni e di numerose “Aziende amiche del Premio Comisso”.

Tra queste i main sponsor CentroMarca Banca, Sogea e Parajumpers.

Un concorso che sosteniamo con forza, convinti che questo scambio culturale possa far crescere la consapevolezza della nostra tradizione letteraria – commenta il Presidente di CentroMarca Banca Tiziano Cenedese – Giovanni Comisso nelle sue opere ci ha offerto delle splendide descrizioni del suo “Veneto felice”, i suoi paesaggi, la luce e le emozioni suscitate da questa terra, che ha tanto da raccontare. Presenti capillarmente sul territorio con le nostre Filiali, rimaniamo quotidianamente affascinati da questi luoghi e dalle persone che li vivono e siamo orgogliosi di essere parte di questa comunità. Confido che la penna di Comisso possa essere d’ispirazione per i giovani scrittori e per gli appassionati e che continui a diffondere la magia che rende unica questa Regione e la città di Treviso. E come in tutte le competizioni, che vinca il migliore!” conclude Tiziano Cenedese.

Claudio Stecca, Presidente di Sogea sottolinea come “abbiamo aderito volentieri al progetto culturale dell’Associazione Amici di Comisso e al Premio, convinti che un territorio che vuol essere aperto al mondo e all’innovazione non può che riservare un fondamentale ruolo alla cultura umanistica”.

“E’ con grande piacere che da anni sosteniamo il Premio Letterario Comisso, anche e soprattutto in anni in cui, purtroppo, la sensibilità per la cultura ed i fondi pubblici ad essa destinati vanno calando sempre di più. A maggior ragione ci complimentiamo con chi ha fatto crescere, edizione dopo edizione, questo premio nei numeri e nel prestigio”, dichiara Gloria Paulon per Parajumpers.

Guarda la registrazione dell’evento