Rino Gobbi, Il ragazzo e la sua macchina del freddo

edizioni Panda

La biografia di Severino Veggian, un self-made man emerso dalla civiltà rurale del Piovese.

Sinossi

Partito da umili origini in cui si mangiava polenta e zucchero, Severino Veggian si districò nella vita e raggiunse gli obiettivi che si era proposto.

Merito della sua intraprendenza innata e, sempre affidandosi alla passione, alla determinazione e alla costanza: le tre doti che lo hanno innalzato ai vertici dell’imprenditoria internazionale, poiché con le aziende del settore del freddo che ha fondato ha portato il prodotto italiano in tutto il mondo.

L’aiuto della moglie Alessandra è stato indispensabile al suo successo, così come in seguito quello di Andrea e Lisa, i suoi figli. Una famiglia modello quella di Veggian, che ha dovuto combattere contro problemi di salute anche gravi, però sempre affrontati con dignità e sorretti dall’amore.

«La sua biografia – scrive l’autore – è nata da un caso fortuito: eravamo compagni di scuola e quando ci siamo incontrati dopo diversi anni lui, per motivi che sono scritti nel libro, mi ha chiesto se scrivevo la sua storia».

Un estratto del volume.

L’autore

Rino Gobbi (1948, Campolongo Maggiore, Ve) ha pubblicato Il fascino del Brenta – Storia di un amore sofferto (Del Noce, Camposampiero, PD); Racconti morali e no (Montedit, Melegnano, MI); I figli di Salvino (Enrico Folci Editore, Roma); Viaggio nell’infanzia a Campolongo Maggiore (Montedit); Mio fratello Giuliano (Montedit); Una storia d’altri tempi (Montedit). Il suo genere di scrittura spazia dal romanzo, alla biografia, al teatro, al racconto, alla saggistica, al giallo, all’infanzia, alla poesia. Ha vinto primi premi con due commedie, un racconto, un manoscritto, e conseguito molti piazzamenti ai primi posti.