XXXVI edizione Premio Letterario Giovanni Comisso 2017

Sabato 7 ottobre in seduta pubblica al Salone dei Trecento di Treviso sono state proclamate le opere vincitrici della XXXVI edizione del Premio letterario Giovanni Comisso “Regione del Veneto- Città di Treviso” per le sezioni Narrativa e Biografia.

Il vincitore della Sezione Narrativa è: “Lo spregio”, di Alessandro Zaccuri (Marsilio).

Il vincitore della Sezione Biografia è: “Vite minuscole”, di Pierre Michon (Adelphi)

Le due opere hanno ottenuto la maggioranza dei voti dai componenti la Grande Giuria del Premio tra i finalisti selezionati dalla Giuria Tecnica.

I finalisti indicati dalla Giuria Tecnica sono stati:

nella Sezione Narrativa sono: “Costellazioni del crepuscolo”, di Francesco Permunian (Il Saggiatore), “Bruciare tutto”, di Walter Siti (Rizzoli), e “Lo spregio”, di Alessandro Zaccuri (Marsilio).

Nella Sezione Biografia: “Servitore di Dio e dell’umanità. La Biografia di Benedetto XVI”, di Elio Guerriero (Mondadori), “Sindona, Biografia degli anni Settanta”, di Marco Magnani (Einaudi) e “Vite minuscole”, di Pierre Michon (Adelphi).

La Giuria Tecnica del Premio ha selezionato i finalisti tra le 114 opere pervenute alle selezione (86 per la narrativa e 28 per la biografia) di 74 case editrici. La Giuria Tecnica è presieduta da Rolando Damiani e composta anche da Benedetta Centovalli, Silvia De Laude, Giancarlo Marinelli, Pierluigi Panza, Sergio Perosa e Stefano Salis.

Nel corso dell’incontro, condotto dalla giornalista Maria Pia Zorzi, i componenti la Giuria Tecnica hanno dialogato con gli autori finalisti e tutto l’incontro è stato seguito anche nel sito www.premiocomisso.it e su Facebook. Sono stati inoltre commemorati DaniloMainardi e Gian Antonio Cibotto e recentemente scomparsi, due illustri intellettuali che sono stati vicini al Premio Comisso e componenti in passato della Giuria Tecnica.

Sono stati inoltre premiati i vincitori del concorso di scrittura creativa con tema comissiano Scrivere è un gioco da ragazzi, promosso dall’Associazione Amici di Comisso e il sostegno di Cassa di Risparmio del Veneto nei Licei Canova di Treviso, Giorgione di Castelfranco Veneto e Marconi di Conegliano. La scelta dei vincitori è stata compiuta dagli stessi giovani partecipanti al concorso: prima classificata Teresa Tonini (con il racconto Amen), seconda Alessia Danieli (Il credo di un soldato), terzo Diego Boin (Il giusto giustiziato).

Il Premio è promosso dall’Associazione Amici di Giovanni Comisso di cui è Presidente Ennio Bianco e Presidente onoraria Neva Agnoletti.