#ioleggoperché : appuntamento in libreria per scrittori e studenti

Entra nel vivo  #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura, organizzata dall’Associazione  Italiana Editori.

Siamo tutti invitati fino a domenica 29 ottobre, ad acquistare un libro da regalare alle biblioteche scolastiche  presso una delle Librerie aderenti al progetto.

Alla fine della raccolta, i libri saranno consegnati dalle librerie alle scuole, mentre gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva, fino ad un numero massimo di 100.000 volumi, suddividendolo per le scuole partecipanti.

Grande interesse dei media all’iniziativa che ha visto coinvolti moltissimi testimonial da Gianni Berengo Gardin a Francesco Carofiglio, da Lella Costa a Diego De Silva, da Fabio Genovesi a Vivian Lamarque, e Malvaldi, Righetto, Villalta, Vecchioni, la Zannoner…solo per citarne alcuni.

 

La consapevolezza comune è che solo la collaborazione tra editori, scrittori, librai, messaggeri, insegnanti  possa avvicinare i ragazzi alla lettura; il fine ultimo è anche quello di arricchire le biblioteche scolastiche  di titoli nuovi ed accattivanti da affiancare ai classici, spaziando dalla poesia alla filosofia alla tecnica, alla scoperta di autori locali.

E a Treviso? Librerie e Scuole si sono attivate, la raccolta è già iniziata e riguarda le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Vi segnaliamo alcuni eventi aperti al pubblico che sicuramente non deluderanno i presenti.

 

Presso la libreria Canova di Treviso, potrete assistere mercoledì 25 ottobre ad un interessante incontro tra la scrittrice Annarosa Tonin ( Il segreto di Alvise ) che ci parlerà del suo rapporto con la lettura partendo da “Primo amore” di Turgenev, lo scrittore Francesco Grandis ( Sulla strada giusta), pronto a confrontarsi sui grandi temi della vita con i ragazzi del Duca degli Abruzzi di Treviso, accompagnati dalla Professoressa Paola Maran.

I protagonisti del pomeriggio saranno proprio loro, che porteranno in libreria i loro libri del cuore…1984 di Orwell e Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque affiancano testi più recenti, come Un bene al mondo di Bajani o Mio fratello rincorre i dinosauri di Mazzariol.

Ancora in Libreria Canova doppio appuntamento con scrittori e ragazzi venerdì 27 ottobre.

Alle 10:30 sarà compito di Fulvio Ervas accogliere i ragazzi delle classi V dell’Istituto Professionale Agrario Corazzin di Piavon di Oderzo.

Sulla base della lettura di Finché c’è prosecco c’è speranza, si approfondiranno temi particolarmente cari allo scrittore, come il rispetto del territorio, la tutela dell’ambiente.

La data particolarmente importante per lo scrittore, segna anche la prima al Cinema Edera, in serata, del film tratto dal romanzo di cui si discute in mattinata, che vede Ervas nei panni di sceneggiatore.

 

Ancora gli studenti del Duca nel pomeriggio di venerdì, sempre alle 16:30. Questa volta a confrontarsi con loro sui temi della lettura saranno Alessandro Fort (Yuan e Xin Li), formatore e scrittore, accompagnato da Patty Ferraro che leggerà alcuni brani tratti dai suoi libri, ed Alessandro Toso ( A galla ).

Toso, ospite dell’iniziativa anche l’anno scorso, saprà coinvolgerli in un confronto appassionato e stimolante. I ragazzi replicheranno prendendo spunto da L’arminuta, Casa di bambola, Qualcuno con cui correre…

Ai più piccolini penserà invece Federica Guerretta, fondatrice delle Edizioni Federica. La Guerretta incontrerà i bambini direttamente a scuola, parlando loro di come nascono i libri, realizzando dei piccoli laboratori, farà conoscere Junior, Domi, Zacky, Niki, simpatici e sportivi protagonisti dei libri finora pubblicati. Incontri previsti alle Gabelli, in centro storico, ma anche nelle scuole fuori Mura di Maserada Candelù e Varago…

Le iniziative sono numerose, le Libreria aderenti non mancano, i messaggeri sono impegnati nel promuovere l’iniziativa, gli insegnanti i librai e gli scrittori lavorano in sinergia. Non avete scuse, recatevi in una libreria e donate un libro alle scuole: i libri sono un bene prezioso, linfa vitale, struttura portante della formazione dei nostri ragazzi.