“L’anti-Fedro, Nubicuculia e Ade o la rivolta dei sapienti” di Giuseppe Turturiello

Titolo:

L’ anti-Fedro, Nubicuculia e Ade o la rivolta dei sapienti

Autore:

Giuseppe Turturiello

Editore:

Eretica

Sinossi:

“Il percorso che seguimmo per raggiungere il Foro, che era situato esattamente sull’acropoli della città, tagliava di netto il centro cittadino. Per tale ragione, il mio lettore credo possa immaginare da sé quanti e quali uomini di valore incontrai per quella via; gliene citerò soltanto un paio, solo per rendere il seguito di questa narrazione un po’ più interessante. Il primo uomo di valore che ebbi la fortuna di incontrare nella capitale delle Isole dei Beati, era a me già noto dall’aspetto, potei facilmente riconoscerlo dalla fisiognomica che ho visto nel suo miglior ritratto: era Francesco Petrarca, aveva poco meno di quarant’anni, e non era da solo, accanto a lui c’era una donna: s’era sposato con Laura di Valchiusa.” – Turturiello, con questi tre racconti, prova a mediare tra la filosofia e la narrativa per avvicinarsi ad un pubblico molto più vasto di lettori.

Biografia:

Giuseppe Turturiello è un giovane filosofo italiano. Già autore di saggi filosofici per Eretica, con la sua prima raccolta di racconti L’anti Fedro, Nubicuculia e Ade o la rivolta dei sapienti tenta di far approdare la filosofia nel mondo della narrativa.