Rassegna Stampa - Premio Letterario Giovanni Comisso

L’opera di Comisso è tutta una “Gioventù che muore” (Il Giornale, 05/05/2019)

di Alessandro Gnocchi.

Il ritorno in libreria di un grande autore.
La delusione come destino e l’avventura (di Fiume) come parentesi troppo breve. Ma la sua arte rimane…

Sì, Giovanni Comisso, lo scrittore dell’attimo, della notazione sensuale, tutto superficie. Va bene, è giusto. Però, cari critici , lasciatevi raccontare cosa succede a noi lettori.
Dopo un anno dalla chiusura del libro, ancora ci divertiamo a rigirare nella mente le immagini di Gente di mare. Dopo 5 anni, sono ancora lì, nella nostra testa, le tempeste, le rade, il contrabbando, la morte del marinaio Angelo, il porto, il capitano, Enrico il mozzo.
Dopo 15 anni, in effetti, quando guardiamo il mare, con quella sua luce bianca o quei lampi in lontananza, beh, insomma, ci viene in mente Comisso.
[… file PDF]

L'opera di Comisso è tutta una "Gioventù che muore" (Il Giornale, 05/05/2019)