Lyndall Gordon, Charlotte Brontë. Una vita appassionata

Lyndall Gordon, Charlotte Brontë. Una vita appassionata

Editore Fazi

Jane Eyre, Cime tempestose, Agnes Grey sono i titoli che hanno reso celebri le 3 sorelle Brontë e che hanno contribuito al dibattito sulle differenze di genere.
Charlotte Brontë, la maggiore, considerata la più docile, ha firmato Jane Eyre, facendo da apripista e utilizzando la letteratura come un’arma. Nel bicentenario della sua nascita, Fazi Editore celebra la ricorrenza proponendo la traduzione di una biografia che restituisce il vissuto di una donna passionale, piena di humour, in conflitto coi vincoli imposti dal contesto sociale.

Sinossi

L’autrice del capolavoro Villette, di Shirley e Il professore, nonché di Jane Eyre, immediato successo all’epoca della sua pubblicazione e ormai classico intramontabile, scelse l’anonimato dello pseudonimo Currer Bell, con cui firmò tutti i romanzi; si calò nell’insignificante esistenza dell’istruttrice e interpretò il ruolo della figlia obbediente prima, della moglie devota poi.
Eppure, nell’«ombra», Charlotte seppe trovare le parole per dare voce alla propria esperienza e fece affiorare in superficie un mondo interiore rimasto celato. L’impatto con la società vittoriana fu «esplosivo»: una donna che esprimeva con candore i propri pensieri e sentimenti, che impiegava l’ironia nei confronti della società e dei costumi, ai contemporanei apparve “volgare”.
Le vicende umane della ragazza apparentemente schiva e docile nata in una canonica immersa nelle brughiere dello Yorkshire si intrecciano in profondità ai suoi romanzi, che hanno sempre un nucleo autobiografico. Ancora oggi Charlotte parla a chi cerca di «elevarsi» superando gli ostacoli sul proprio cammino, a chi desidera un amore che vada oltre le convenzioni – come fu il suo per l’insegnante belga che l’aiutò a scoprire la propria vocazione di scrittrice e per l’editore londinese che rivelò il suo talento al mondo. Chi prende parola dall’ombra, ci insegna la vita di Charlotte, non parla tanto per sé, ma assume una voce universale.

 

L’autrice

Lyndall Gordon, nata nel 1941 a Città del Capo, ha studiato Storia e Letteratura inglese nella sua città natale e Letteratura americana del XIX secolo alla Columbia University di New York. Oggi insegna Letteratura inglese a Oxford.

E’ autrice di importanti biografie letterarie, come quelle di Virginia Woolf (Virginia Woolf: A Writer’s Life) ed Emily Dickinson (Come un fucile carico. La vita di Emily Dickinson, pubblicata da Fazi Editore nel 2012), nonché di un’opera monografica su T.S. Eliot (T.S. Eliot: An Imperfect Life), frutto di vent’anni di ricerca.

Ne parla l’autrice su TuttoLibri de La Stampa.

Tutte le recensioni sul sito di Fazi editore.

Elisabetta Rasy su Il Sole 24 Ore sottolinea l’originalità del volume nel panorama sterminato di contributi sull’autrice, il cui lato combattivo ed indipendente fu spesso oscurato.