“Mussolini Bombacci. Compagni di una vita” di Alberto e Giancarlo Mazzucca

Titolo:

Mussolini e Bombacci. Compagni di una vita

Autore:

Alberto e Giancarlo Mazzucca

Editore:

Minerva

Sinossi:

Se Nicola Bombacci diventò, cent’anni fa, il “Lenin d’Italia”, Benito Mussolini rispose poco dopo con la marcia su Roma che lo proclamò il “Duce d’Italia”: furono grandissimi avversari per molti anni ma restarono ugualmente compagni di una vita fino alle loro contemporanee sentenze di morte. Quando negli anni Venti, Nicolino cadde in disgrazia tra i comunisti italiani, Benito non mancò mai di sostenerlo dietro le quinte. D’altra parte, se Lenin continuò ad apprezzare il Duce il merito fu tutto di Bombacci che fece stringere subito i rapporti tra Roma e Mosca. I due non si persero mai di vista anche quando cominciarono a fronteggiarsi su sponde opposte e questo libro ne ripercorre la storia. Dopo il 25 luglio, quando Mussolini finì a Salò, Bombacci lo seguì: di nuovo insieme fino alla morte. Prefazione di Annamaria Bombacci. Postfazione di Edda Negri Mussolini.

Biografia:

Giancarlo Mazzuca, già direttore del «Resto del Carlino», del «QN» e del «Giorno», è stato inviato speciale del «Corriere della Sera», vicedirettore a «Fortune» e alla «Voce» di Montanelli, caporedattore a «il Giornale». Attualmente è membro del consiglio d’amministrazione della Rai e commentatore de «il Giornale». Tra i suoi libri ricordiamo: I signori di Internet. La via italiana alla New EconomySangue romagnolo. I compagni del duce (con Luciano Foglietta), Compagni di camera. Il «reality» segreto di una legislaturaIl compagno Mussolini (con Nicholas Farrel), La vita oltre l’Euro. Esperienze e visioni di un economista pragmatico (con Ernesto Preatoni), Indro Montanelli. Uno straniero in patriaAmarcord Romagna. Breve storia di una regione (e della sua idea) da Giulio Cesare a oggi (con Roberto Balzani), La Resistenza tricolore (con Arrigo Petacco), Mussolini e i musulmani (con Gianmarco Walch), Noi fratelli (con Stefano Girotti Zirotti) e Quei patti benedetti (Mondadori 2019). Ha vinto diversi premi come il «Saint Vincent», il «Campione d’Italia», il «Silone», il «Montanelli», l’«Acqui Storia» e il «Galileo 2018 per il Dialogo interreligioso».