Recensioni a “Il caso Kaufmann” di Giovanni Grasso

“Il caso Kaufmann” di Giovanni Grasso

Romanzo scorrevole ed interessante tocca un tema spinoso del recente passato ma mai in modo crudo o cruento. L’autore riesce a dare spessore alle azioni brutte o meschine ma lo fa con grazia, senza creare nella trama, eccessiva pesantezza o ansia. Un episodio che fa riflettere sulla meschinità delle persone, sulle conseguenze cui porta l’invidia, l’indottrinamento delle masse, l’odio, l’uso dell’intelligenza, dell’influenza o del potere per raggiungere uno scopo. La capacità che hanno certe persone di aggirare, con la loro locuzione e retorica fatti e sensi per voltare il risultato dalla propria parte e raggiungere l’obiettivo fissato. In sintesi è la storia di un ricco ebreo tedesco tra il 1933 ed il 1941, a Norimberga, condannato dal regime nazista per “inquinamento della razza ariana”; di come si sia svolto il processo a suo carico e di quanto sia stato fatto per riuscire a condannarlo visto che non c’erano prove tangibili contro di lui.

Tamara Dalto