Recensioni a “La terra promessa” di Matteo Righetto

“La terra promessa” di Matteo Righetto

Con questo viaggio termina la “trilogia della Patria ” di Righetto, uno squarcio di memorie montane di fine ‘800 che getta lucidi semi di riflessione rispetto agli attuali fenomeni migratori.
Il bagaglio di viaggio della giovane Iole, che a tratti si fa fardello, ad altri volano, è la sua stessa essenza più profonda, quella che niente e nessuno potrà portarle via, nonostante lei si allontani dalle sue madri – indissolubili, genitrice e terra – e nonostante non sappia dare un nome a tutti gli accadimenti che la vedono protagonista.
Perché più forte di ogni evento e di ogni possibile rimpianto, sono la speranza e il proprio credo.
Un credo che diviene preghiera e pietra miliare di una nuova vita pronta a pulsare in qualsiasi luogo e tempo, e che culmina nell’atteso verso: ” credo nel riscatto definitivo dei vinti “.

Graziella Branca