“Un sessantotto da preti” di Reginaldo Dal Lago

Titolo: Un sessantotto da preti

Autore:Reginaldo Dal Lago

Editore: Cierre

Sinossi: Questo libro non è un saggio, non è un pamphlet, è una divertita memoria di episodi che, nella leggera banalità della vita, prefigurano cambiamenti epocali. Siamo nella “sacrestia d’Italia”, la Vicenza del vescovo Zinato, impegnato in tante battaglie: dentro la Chiesa contro la smania del rinnovamento conciliare, fuori della Chiesa contro l’idra a tre teste del laicismo, del materialismo, del comunismo. Il vescovo ha voluto un nuovo seminario tutto marmo bianco e vetro, una cristalliera per il suo «eletto drappello di fedeli crociati, alle sante battaglie chiamati». Vi si aggirano figure tragicamente represse, comicamente ribelli di seminaristi, in una lunga, faticosa e inutile ricerca dell’altra metà, destinati a diventare angeli, preti santi, missionari, operai in fabbrica, ma il più delle volte preti falsi, spretati, financo suicidi.

Biografia: Reginaldo Dal Lago (Arcugnano, 1949) è stato insegnante di Lettere alle scuole superiori. Appassionato di storia locale, ha pubblicato diversi volumi su singoli paesi della provincia di Vicenza e su personaggi “minori”, tra cui Vittorio Lanulfi e Luigi Turatto, di cui ha curato la pubblicazione del diario di guerra. Per Cierre ha curato, insieme ad Alberto Girardi, I Colli Berici (2015).