“Vita e letteratura di Paolina Leopardi” di Elisabetta Benucci

Titolo:

Vita e letteratura di Paolina Leopardi

Autore:

Elisabella Benucci

Editore:

Le Lettere

Sinossi:

Paolina Leopardi (1800-1869), la dimenticata “sorella”, condusse per molti anni una vita triste e malinconica, ma riuscì in tarda età a spezzare le catene che la costringevano nel palazzo di famiglia e a “volare via” per vivere la sua «stagion lieta». Per la prima volta e su basi rigorosamente scientifiche se ne ricostruisce l’esistenza attraverso documenti e lettere perlopiù inediti, rintracciati negli Archivi e Biblioteche di tutta Italia, con il risultato di ricomporre nei minimi dettagli la figura e il pensiero di questa donna poco ricordata, ma fuori del comune e di alto spessore culturale. Soprattutto se ne ricostruisce l’attività intellettuale, l’aspetto forse più importante, e più trascurato, che dà ragione di quegli aggettivi «colta e forte», con i quali il famoso fratello l’aveva definita. Due destini, quello di Giacomo e di Paolina, che si intrecciano inevitabilmente, con risvolti mai indagati come in questo libro; in particolare, oltre la partecipazione della “sorella” all’esperienza intellettuale del poeta, emerge il loro difficile rapporto con i genitori, con gli altri fratelli, con i parenti, con la società recanatese. Ne risulta così il quadro di una vita e di un’epoca, sullo sfondo della storia della nobile famiglia di uno dei più straordinari protagonisti dell’Ottocento culturale europeo.

Biografia:

Elisabetta Benucci, filologa e storica della letteratura, collabora con l’Accademia della Crusca. Accanto ai volumi su Leopardi e su altri importanti autori della letteratura italiana, ha dedicato molti studi a figure femminili di rilievo; nello specifico, ha ricostruito la figura di Paolina Leopardi, riservandole negli anni molte pubblicazioni e riportandola all’attenzione del pubblico. Nel 2018 ha dato alle stampe il volume P. Leopardi, “Lettere” (1822-1869), che ha vinto la XXI edizione (2019) del Premio “Vittoria Aganoor Pompilj” (Magione sul Trasimeno), destinato alle corrispondenze epistolari. Nel 2019, per i 150 anni dalla morte della nobildonna, ha organizzato a Pisa un convegno commemorativo ed è stata tra i curatori del volume Paolina e Giacomo Leopardi a Pisa. Nel 2020 ha pubblicato le “Opere commentate di Paolina” (il “Viaggio notturno, la vita di Mozart, la Conversione di Ratisbonne”), restituendole così un posto nel panorama delle scrittrici dell’Ottocento.