A scuola con i finalisti del Premio Comisso 2018

Nella mattina di sabato 6 ottobre si terranno gli incontri, organizzati da Assindustria Venetocentro con la collaborazione dell’Associazione Amici di Giovanni Comisso, degli autori finalisti della XXXVII edizione del Premio Comisso con i ragazzi di alcuni istituti superiori di Treviso e Provincia.

Una bella occasione per gli studenti di poter dialogare con gli autori e per gli autori stessi di potersi confrontare con le nuove generazioni di lettori.

Cristina De Stefano con ”Scandalose. Vita di donne libere“ ( Rizzoli ) e Gabriele Dadati con L’ultima notte di Antonio Canova ( Baldini Castoldi ) saranno presenti nel centro storico di Treviso al Liceo classico/linguistico Canova.

Sempre in città si svolgeranno gli incontri che vedranno protagonista Cristina Battocletti con “Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste,“ ( La nave di Teseo)  all’ITC Riccati Luzzati di Treviso, e Andrea Moro con “Il segreto di Pietramala”al Liceo scientifico Da Vinci.

Michele Cocchi con “La casa dei bambini” ( Fandango) incontrerà i ragazzi del Liceo Flaminio di Vittorio Veneto, Cristina Battocletti con „Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste,“ sarà infine  Silvia Cavicchioli con “Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi a confrontarsi con gli studenti del Liceo Berto di Mogliano Veneto.

Momento dedicato alla scuola anche nel corso della cerimonia di premiazione a Palazzo dei Trecento, quando
verranno premiati i vincitori del concorso di scrittura creativa con tema comissiano “Scrivere è un gioco da ragazzi”, promosso dall’Associazione Amici di Comisso con  il sostegno di Intesa SanPaolo, che ha visto protagonisti alcuni studenti dei Licei Da Vinci di Treviso, Berto di Mogliano Veneto e Flaminio di Vittorio Veneto. Le prime classificate del 2017, Teresa Tonini e Alessia Danieli, sono nella Grande Giuria di questa edizione.