“No ve desmention” di Chiara Iotti

Autore: Chiata Iotti

Editore: Piuli & Verlucca

Sinossi: “No ve desmention” (non vi dimentichiamo, in lingua ladina) è un romanzo che – attraverso fatti reali – si dipana lungo un secolo tra Auschwitz sulle tracce di Primo Levi e la Val di Fassa sulle tracce dell’ufficiale austroungarico ebreo Richard Löwy , tra le due guerre mondiali e oggi. Quasi una metafora della lotta senza fine tra male e bene, civiltà e barbarie, poesia e orrore. La memoria di una anziana, che si fa racconto tra «Scarpazi» e Dolomiti, ricama il fine tessuto della Storia, riportandoci a un tempo che abbiamo il dovere di non dimenticare.

Biografia: Chiara Iotti è nata e vive a Busto Arsizio (VA). Insegna lettere al liceo cittadino e tiene un corso di base di lingua Latina alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano. Frequenta la Val di Fassa dall’infanzia e ne è innamorata. Appassionata di storia e di letteratura, prima di essere scrittrice, è lettrice vorace. No ve desmention è il suo primo romanzo