“Sei tu, Ticino?” di Fabio Andina

Titolo:

Sei tu, Ticino

Autore:

Favio Andina

Editore:

Rubettino

Sinossi:

C’è il falegname Andrea tormentato da un amore non corrisposto, e c’è quel porocristo d’un Alfio con la sua motofalciatrice rossa della Bucher. C’è il Teo, amante della montagna con una missione da compiere, e c’è la quattordicenne Michela che ha appena cominciato a fumare. E poi c’è chi è finito in galera, chi si è attaccato alla bottiglia, chi è sfegatato per le BMW e i Dire Straits e chi bestemmia che la terra è gelata e non riesce a scavare la fossa al cimitero. Dalle serene cime delle montagne alla brulicante vita del fondovalle, dai paesi di campagna confinanti con l’Italia all’anonimo traffico cittadino, nella sua mescolanza di ritmi e di toni, le storie di “Sei tu, Ticino?” rivelano un mondo innocente, bugiardo, violento, poetico, ipocrita, idilliaco e malato. Sette racconti che partono dai quattro angoli di un territorio alpino per convergere schietti e ironici nelle pagine di questa raccolta dal sapore forte che raschia in gola.

Biografia:

Fabio Andina si è laureato in cinema a San Francisco, California, USA. Vive tra Madonna del Piano, nel Malcantone, e Leontica, nelle Alpi ticinesi, Svizzera. Nel 2005 ha pubblicato la raccolta di poesie “Ballate dal buio” (Edizioni Ulivo) ed è stato inserito nell’antologia “Di soglia in soglia. Venti nuovi poeti della Svizzera italiana” (Edizioni Le Ricerche, 2008). Nel 2016 ha pubblicato il romanzo “Uscirne fuori” (ADV), ha ricevuto una menzione al Premio Chiara Inediti per la raccolta di racconti intitolata “Il paese senza nome”, ed è stato inserito nell’antologia “Dieci racconti per Piero Chiara” (Macchione Editore). Nel 2018 ha pubblicato il secondo romanzo intitolato “La pozza del Felice” (Rubbettino) che gli è valso l’assegnazione del Premio Terra Nova della Fondazione Svizzera Schiller, del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” nella sezione Montagna: cultura e civiltà, e gli inviti alle Giornate Letterarie di Soletta e al Festival di Letteratura Svizzera di Sion. Nel 2020 “La Pozza del Felice” è stato pubblicato in tedesco dalla Rotpunktverlag di Zurigo col titolo “Tage mit Felice”, e nel 2021 verrà pubblicato in francese dalla Edition Zoé di Ginevra.