Rassegna Stampa - Premio Letterario Giovanni Comisso

L’amicizia tra Comisso e Botter nella visionaria impresa di Fiume (Il Mattino di Padova – La Tribuna di Treviso – La Nuova Venezia, 21/09/2019)

Fu un’amicizia intensa e straordinaria, quella tra Giovanni Comisso e Mario Botter.
Nata tra due ragazzi che vivevano nella stessa piccola città, Treviso, che la Grande Guerra separò per farli poi ritrovare in una delle avventure più controverse e visionarie della storia del Novecento: l’impresa di Fiume.
Lo ricorda la mostra “Giovanni Comisso e Mario Botter nella Fiume di D’Annunzio”, che Palazzo dei Trecento di Treviso ospiterà dal 26 settembre al 6 ottobre, realizzata nel centenario dell’impresa di Fiume (iniziata il 12 settembre 1919) e nel cinquantesimo anniversario della morte di Comisso.
Presentata ieri dalla curatrice Francesca Demattè e da Ennio Bianco, presidente dell’Associazione Amici di Comisso – che ha promosso l’iniziativa in collaborazione con il Comune di Treviso e
la famiglia Botter – l’esposizione nasce da documenti e immagini di quell’esperienza per restituire anzitutto lo sguardo dello scrittore e del restauratore trevigiano, allora giovani soldati reduci dal fronte animati da uno spirito la cui interpretazione non può limitarsi a etichette politiche e condanne storiche…
[… file PDF]