Rileggere Comisso

143 articoli

“Il fucile da caccia”. Il drammatico racconto di Giovanni Comisso sugli eccidi di Zero Branco

Il mio fucile da caccia è in un angolo della mia stanza accanto ad un armadio e non l'ò adoperato mai. Ha nulla di speciale, di fabbricazione anonima e ama la ruggine.Qualcuno aveva ...

Lamento di un conservatore

Sono decisamente un conservatore. E' stata per me un gioia memorabile, ritornando a Londra dopo parecchi anni, vedere che alla Stazione Vittoria mi aspettavano gli stessi tassi di allora; e fu lo ...

Basta coi sentimenti

Assolutamente basta con i sentimenti. Non voglio più allargare la schiera di questi movimenti dell’animo: troppo dobbiamo scontarli. Nel soppesarli mi sono anche accorto quale è la differenza tra un artista buono ...

“Il cane e il gatto”. La vita degli animali di casa Comisso al tempo delle vacche magre

Ho sempre sperato di potere leggere un libro uscito in Russia, dopo la rivoluzione. Non conosco il titolo, nè l’autore, ma di certo non è stato mai tradotto in italiano. Molti anni ...

Giovanni Comisso, en français

Lionello Fiumi, appena dopo il suo trasferimento a Parigi, avvenuto nel novembre del 1925 A.Contò, Marino Moretti e Lionello Fiumi tra Italia e Francia, “Revue des études italiennes”, t.48, 1-2 (2002), pp.105-138 ...

“Bacco in collina”. Vigneti, viticoltori e la vendemmia nel racconto di Comisso

Questo paesaggio è come una stoffa tanto perfetta che non si capisce quale sia il suo diritto e quale il suo rovescio. Sotto alle montagne cosparse di mandrie sui crinali erbosi e ...

I despoti del cemento. Il disastro della ricostruzione nel dopoguerra italiano

La bella città italiana fu distrutta in quindici minuti. Trecento bombardieri americani argentei contro il cielo primaverile di un giorno del 1944 ruppero la formazione serrata per distendersi a ventaglio sopra la ...

Comisso e i danni di guerra

I miei amici ridono dei miei danni di guerra. Dicono che vi ò scritto sopra tanti articoli da rifarmi a oltranza dei danni subiti. Io invece sostengo che se avessi tempo potrei ...

“Il Caffè” di Giovanni Comisso

Era forse uno dei palazzi più belli della città, non era antico, ma della metà del secolo scorso. Ben inquadrate le finestre, un grande portale che s’apriva nel cortile per le carrozze, ...

“Combattenti a casa”. Il racconto di Comisso sui ricordi bellici e perchè oggi non c’è nessuna “guerra” alla pandemia

Forse è il momento di chiederci se il linguaggio bellico sia adeguato a descrivere quel che stiamo vivendo, partendo da un punto fermo: le epidemie non sono una guerra.Non c'è nessuna guerra ...

“La mia casa” di Giovanni Comisso

Al principio di questo secolo si lasciò la vecchia casa, dove ero nato, per trasferirci in un’altra più bella e centrale. Avevo cinque anni e di quella casa mi è rimasto solo ...

Comisso, De Pisis, Fiumi e di alcune prose inedite (o quasi) del giovane Comisso

Il recente riordino e catalogazione dell'ampia corrispondenza presente nell'archivio di Lionello Fiumi Verona, Centro Studi Internazionale Lionello Fiumi, presso la Biblioteca Civica di Verona. ha permesso di mettere in luce la fitta ...

Alceste fra i contadini: “Una sola cosa ci vuole per mettere le cose a posto: che le uova ritornino al prezzo di pochi centesimi”

Ora che Alceste aveva abbandonato l'automobile per la bicicletta constatava che ne aveva un beneficio nei suoi pensieri. Ricordava che Nietzsche esortava di camminare per avere felici pensieri, tuttavia anche la bicicletta ...

Giovanni Comisso come Alceste: “Un binario fra due guerre”

Da quando Alceste andava in bicicletta era assai soddisfatto dei suoi pensieri. Erano, come egli diceva, felici pensieri, quali risolvevano oscure situazioni sia d'ordine generale umano, sia relative a se stesso, sia ...

Giovanni Comisso come Alceste: “Per cose che vi riguardano”

Alceste sapeva che anche l'uomo vive in schiavitù ma, in molte occasioni, questa schiavitù viene dal di dentro dell'uomo, come una malattia generata dal suo sangue. Infatti aveva visto che certuni pur ...